soggiorni

Malesia Tour

  • BORNEO ADVENTURE
  • 8 Giorni - 7 Notti - Min. 2 Persone

Tour completo del Borneo, che parte da Kuching, capitale del Sarawak, verso "Batang Ai", per entrare in contatto con il famoso gruppo indigeno degli “Iban”, i temibili ex cacciatori di teste. Si visita poi il Monte Kinabalu e il fiume Garama.

  • PRIMO GIORNO: KUCHING

    Arrivo all’aeroporto di Kuching e trasferimento in hotel.
    Ore 15:00 incontro con la guida in Hotel ed partenza alla scoperta di questa città esotica, capitale dello stato del Sarawak. Il tour inizierà con la visita di uno dei più importanti templi buddisti del centro cittadino a cui seguira’ una visita all’ Urang Museum ricco di tradizioni del Sarawak per poi procedere attraverso il vecchio villaggio malese per scoprire la vera vita in stile "kampung" (villaggio). Tornando in centro città, si iniziera’ un interessante tour a piedi che partendo dalla Moschea di Kuching, percorrera’ vecchie stradine del centro con i loro tipici portici e piccole botteghe di artigiani locali. Si ammirera’ la zona coloniale britannica con la Court House ed altri edifici nello stesso stile per poi camminare lungo il fiume Sarawak e il Main Bazar dove si trovano anche vari negozi etnici e di lavorazione di legni locali. Rientro a piedi al vicino Hotel e serata libera. Cena libera.
    Pernottamento a Kuching

    Località: KUCHING
  • SECONDO GIORNO: KUCHING - BATANG AI

    Prima colazione in Hotel
    Ore 08.00 ritrovo con la guida in hotel e partenza verso la giungla del Batang Ai. La prima sosta avverra’ al Centro di Conservazione degli Orang Utan di Semenggoh. In questa area di foresta, vive un numeroso gruppo di Orang Utan gia’ riabilitati per vivere nel loro habitat naturale e sara’ interessante vedeli spuntare direttamente dal folto della foresta. Si riprendera’ la strada per giungere alla cittadina di Serian sede di un coloratissimo mercato locale.
    Procedendo lungo la sola strada Nazionale che percorre il sarawak da ovest ad est, giungeremo al mercato di Lachau: non un vero paese ma un ‘avamposto’ dove la popolazione locale si reca per fare degli acuiqsti non avendo una vera e propria citta’ nelle vicinanze. Pranzo libero in stile molto locale. Qui, volendo, si potranno acquistare dei doni da protare agli Ibans della Longhouse che andreamo a visitare il giorno successivo. Si procedera’ lungo strade piu’ interne attorniate da coltivazioni di riso e piantagioni di pepe che si avra’ la possibiltia’ di visitare essendo queste una delle coltivazioni piu’ importanti di tutte queste comunita’. Il pepe del Sarawak e’ considerato uno dei migliori al mondo. Giunti al jetty del lago del Batang Ai, con la barca del Resort si attraversera’ il lago in circa 20 minuti per giungere all’Aiman Batang Ai Resort per il check-in delle camere. Serata libera con la possibiltia’ di usufruire della bella piscina all’aperto. Cena e pernottamento al Resort di Batang Ai

    Località: KUCHING / TAMAN NEGARA BATANG AI
  • TERZO GIORNO: BATANG AI

    Prima colazione in hotel.
    09.00 ritrovo con la guida nella Lobby per scendere al jetty del Resort ed avere l’esperienza di una risalita dei fiumi della giungla a bordo delle tipiche “perahu panjang” (barca lunga) guidate dagli stessi Iban. Si giungera’ ad una di queste tipiche Longhouses che si trovano sparse lungo i fiumi della zona e sono poche quelle che sono pronte ad ospitare i turisti. Le longhouses, o “Rumah Betang” in lingua originale, sono tradizionali abitazioni dei popoli nativi interamente realizzate in legno e corteccia di albero. La visita a questo villaggio, vi fara’ assaporare la tipica calda accoglienza di queste popolazioni con anche una danza di benvenuto, un tempo riservata agli ospiti importanti ed ai guerrieri di rientro dalle battaglie. Infatti gli Iban, furono la popolazione indigena del Sarawak famosa in quanto anticamente i loro antenati conservavano le teste dei nemici uccisi in battaglia. Sara’ interssante interagire con gli abitanti di questa casa lunga anche se si parlano lingue differenti. Pranzo semplice ed in stile locale ma veramente saporito alla Longhouse. Dopo pranzo si avra’ l’esperienza di un facile trekking Dopo un assaggio di semplici pietanze locali, ci si immerge in un breve trekking al seguito di un sulla collina dietro la Longhouse, seguiti da uno dei locali ilq aule potra’ mostrare le piante e frutti che abitualmente si trovano sulle tavole di quete popolazioni cosi’ come tantissime erbe medicinali facili da trovare nella giungla. Rientro alla Longhouse per sperimentare la lunga cerbottana un tempo usata per cacciare (blowpipe) e quindi ritorno in barca al Resort nel pomeriggio.
    Cena e pernottamento al Resort di Batang Ai

    Località: TAMAN NEGARA BATANG AI
  • QUARTO GIORNO: BATANG AI - KUCHING-KOTA KINABALU

    Prima colazione al Resort.
    Ore 07.30 ritrovo con la guida nella Lobby e partenza per il viaggio di ritorno a Kuching. Sosta per il pranzo libero lungo il tragitto nei pressi del parco di Ranchan, con le sue piccole cascate e i giardini rigogliosi. Arrivo all’aeroporto di Kuching previsto nel primo pomeriggio e check-in del volo per Kota Kinabalu
    Nel tardo pomeriggio arrivo all’aeroporto di Kota Kinabalu ed incontro con l’autista in lingua inglese per il trasferimento all’Hotel in citta’. Cena libera e pernottamento a Kota Kinabalu

    Località: TAMAN NEGARA BATANG AI / KUCHING / KOTA KINABALU
  • QUINTO GIORNO: KOTA KINABALU- FIUME KLIAS/GARAMA- KOTA KINABALU

    Ore 09.00 incontro con la guida nella Lobby dell’ hotel e partenza per il Mari Mari Cultural Village dove ci si potra’ immergersi nella perfetta ricostruzione di usi, costumi, cultura e tradizioni delle tante etnie del Sabah, vedere metodi tradizionali di produzione di prodotti ancora oggi di consumo. Sempre qui si avra’ un pranzo in stile locale
    Nel primo pomeriggio rientro in citta’ e resto della giornata libera per poter esplorare anche da soli i tipici mercati del Lungomare con anche il mercato del pesce ed il baazar del Mercato Filippino
    Cena libera. Pernottamento a Kota Kinabalu

    Località: KOTA KINABALU
  • SESTO GIORNO: KOTA KINABALU- MT. KINABALU

    Prima colazione in hotel.
    Ore 08.30 incontro con la guida in Hotel e partenza per la giornata dedicata alla visita del Monte Kinabalu, dichiarato nel 2000 Patrimonio naturale dell’umanita da parte dell’UNESCO per la sua alta concentrazione di biodiversita’ floristica. Si risalira’ la dorsale montuosa orientale del Monte Kinabalu fino a raggiungere un bellissimo punto di ossservazione della montagna, un grande blocco granitico e frastagliato alto ben 4,095 metri. Si proseguira’ fino all’interno del Parco del Monte Kinabalu per effetuare un facile percorso naturalistico che si snoda attraverso la tipica vegetazione delle foreste basso-montane tropicali, si avra’ modo di osservare le diverse specie di ginger, muschi, felci, piante carnivore come le Nepenthes e rattan: una biodiversita' unica.
    Ci si spostera’ quindi sull’altro versante della montagna per raggiungere l’area delle Poring Hot Spring, sorgenti d`acqua calda e fredda all`aperto in stile giapponese e circondate da una natura tropicale completamente differente da quella del primo versante: qui tutto e’ grande, dalle foglie agli alberi ai frutti! Pranzo in stile locale e quindi un trekking facile e non lungo per raggiungere un ponte sospeso (Canopy Walkay) e, se fortunati, sara` anche possibile ammirare il fiore piu’ grande al mondo: la Rafflesia, di cui nessuno e` in grado di prevedere il momento di fioritura. Il fiore in alcuni casi puo` superare anche i 100 cm di diametro e pesare sino a 10 kg. La Rafflesia e` considerato il fiore ufficiale dello stato del Sabah in Malesia e la sua immagine e` presente anche sulle banconote locali.
    Nel tardo pomeriggio rientro a Kota Kinabalu e pernottamento

    Località: KOTA KINABALU
  • SETTIMO GIORNO: KOTA KINABALU - SANDAKAN-FIUME KINABATANGAN

    Colazione da asporto preparata dall’Hotel

    Partenza dall’Hotel con l’autista in lingua inglese di primissimo mattino per l’aeroporto di Kota Kinabalu per il check-in del volo su Sandakan
    Arrivati a Sandakan incontro con la guida in italiano per recarsi a Sepilok deve si avra’ la possibilita’ di visitare il Centro di Conservazione dei Bornean Sun Bears, unico centro di conservazione e riabilitazione dove e` possibile ammirare l’orso piu’ piccolo esistente in natura ed a distanze ravvicinate.
    Nelle vicinane altra esperienza con la visita ed il feeding al Centro di Riabilitazione degli Orang Utan dove, seguendo un lungo e accurato processo di riabilitazione, questi magnifici mammiferi vengono curati per il reinserimento nella foresta loro habitat naturale. Durante il feeding-time, durante il quale i rangers della riserva offrono frutta e latte agli orang utan, e’ possibile osservare questi primati mentre si calano utilizzando robuste corde per raggiungere le piattaforme dalle quali e’ possible fotografarli.
    Si partira’ via terra per circa 2 ore di viaggio verso il magico fiume Kinabatangan. Attraversato il fiume su barche, arrivo al Lodge prospicente il fiume e check-in delle camere. Pranzo al Lodge.
    Ore 16.00 con la guida partenza con una barca motorizzata in cerca della fauna locale di questa giungla dei fiumi: oranghi, scimmie nasiche, macachi varani, serpenti delle mangrovie, diverse specie di buceri, martin pescatori, aquile, sono le componenti faunistiche piu’ facilmente osservabili. Con un pizzico di fortuna si possono osservare anche coccodrilli ed elefanti. Rientro al lodge e cena.
    In serata, su richiesta, e’ possible effettuare un`uscita notturna (facoltativa). Pernottamento al Lodge di Sukau

    Località: KOTA KINABALU / SANDAKAN / FIUME KINABATANGAN
  • OTTAVO GIORNO: FIUME KINABATANGAN - SANDAKAN

    Sveglia di buon mattino, quando ancora la foresta circostante e’ ammantata di nebbia, per visitare uno degli Ox Bow Lake. E’ questo l’orario del risveglio della natura ed e’ facile individuare scimmie ed tanti uccelli che si librano lungo le sponde del fiume.
    Rientro al lodge per la colazione e partenza sempre via terra per fare ritorno all`aereoporto di Sandakan con arrivo previsto intorno alle ore 12.00.

    Località: FIUME KINABATANGAN / SANDAKAN
  • Al momento non ci sono offerte per questo tour

    Potrebbero interessarti anche

    € 490

    Giordania - 5 GIORNI - 4 NOTTI

    GIORDANIA EXPRESS

    € 650

    Birmania - 7 notti - 8 giorni

    PERLE DI BIRMANIA

    € 670

    Indonesia - 4 NOTTI / 5 GIORNI

    ALLA SCOPERTA DI LOMBOK

    € 680

    Giordania - 8 GIORNI - 7 NOTTI

    LE MERAVIGLIE DELLA GIORDANIA E IL MAGICO DESERTO

    € 750

    Vietnam - 6 GIORNI - 5 NOTTI

    IL VERO VIETNAM - VIVI COME I LOCALI

    € 760

    Birmania - 9 notti - 10 giorni

    BIRMANIA AUTENTICA

    € 815

    Cambogia - 7 notti - 8 giorni

    CAMBOGIA AUTENTICA

    € 940

    Thailandia - 5 GIORNI - 4 NOTTI

    THAILANDIA INSOLITA - PICCOLI GRUPPI IN BOUTIQUE H...

    € 1.020

    Sri Lanka - 8 GIORNI - 7 NOTTI

    SRI LANKA AUTENTICO - VIVI COME I LOCALI

    € 1.140

    Guatemala - 13 giorni - 12 notti

    GUATEMALA ZAINO IN SPALLA - PER VIAGGIATORI INDIPE...

    € 1.300

    - 7 Giorni - 6 Notti

    MADAGASCAR - TOUR DEL SUD

    € 1.300

    Vietnam - 10 giorni - 9 notti

    VIETNAM MON AMOUR

    € 1.310

    Cambogia / Vietnam - 11 giorni - 10 notti

    PERLE DI VIETNAM & ANGKOR

    € 1.550

    Giappone - 10 GIORNI - 9 NOTTI

    SEMPLICEMENTE GIAPPONE

    € 1.590

    Oman / Emirati Arabi Uniti - 9 GIORNI - 8 NOTTI

    OMAN & DUBAI LA MAGIA DEL DESERTO

    € 1.685

    - 10 giorni - 9 notti

    LAOS & ANGKOR CAMBOGIA

    € 1.700

    Giappone - 11 GIORNI - 10 NOTTI

    GIAPPONE DELLE MERAVIGLIE

    € 1.800

    Vietnam - 13 giorni - 12 notti

    VIETNAM + SAPA

    € 1.850

    Perù - 12 giorni - 11 notti

    PERU ON THE ROAD

    € 2.100

    Madagascar - 10 giorni / 9 notti

    MADAGASCAR - TSINGHI & BAOBAB

  • QUOTE A PERSONA (minimo 2 persone) partenze condivise

    BORNEO ADVENTURE
    8 giorni / 7 notti
    dal 30/09/2019 al 31/12/2020
    partenze ogni mercoledì + ogni domenica dal 30 giugno al 15 settembre 2020
    quota a persona in camera doppia a partire da € 1.400 (solo tour)

    Quota voli intercontinentali e interni su richiesta

    Le quote comprendono:

    • Pernottamenti in hotel di categoria standard
    • 7 prime colazioni, 3 pranzi, 4 cene
    • Trasferimenti collettivi
    • Visite ed escursioni con guide private e condivise
    • Guide locali parlanti italiano
    • Assistenza in loco con personale parlante italiano

    Le quote non comprendono:

    • Voli intercontinentali e voli interni
    • Pasti/cene non indicati
    • Bevande ai pasti
    • Extra in genere
    • Mance
    • assicurazione annullamente facoltativa
    • Pacchetto “ZERO PENSIERI” € 55 a persona OBBLIGATORIO include: assistenza in viaggio, rimborso spese mediche (massimale € 10.000), garanzia bagaglio (massimale € 500) Blocca prezzo (blocchiamo e garantiamo il prezzo concordato proteggendolo da eventuali adeguamenti valutari applicabili prima della partenza), Kit di Viaggio
  • Malesia - Informazioni Utili


    MALESIA - INFORMAZIONI UTILI: Descrizione:
    La Malesia è uno Stato federale dell'Asia sudorientale, costituito dalla Malesia Occidentale o Malesia Peninsulare che comprende gli Stati di Johor, Malacca, Negeri Sembilan, Selangor, Pahang, Terengganu, Kelantan, Perak, Penang, Kedah e Perlis e il Territorio Federale di Kuala Lumpur, e dalla Malesia Orientale che comprende gli Stati di Sabah e di Sarawak. L'isola di Labuan, presso le coste del Brunei è considerata territorio federale.
    La Malesia Occidentale confina a nord con la Thailandia e a sud con Singapore (separata da uno stretto), la Malesia Orientale confina a sud con l'Indonesia e circonda il Brunei. La Malesia Occidentale, che si estende sull'estremità meridionale della penisola di Malacca, è bagnata a ovest dalle acque dello stretto di Malacca e a est dal mar Cinese Meridionale, e confina a nord con la Thailandia e a sud con Singapore; la Malesia Orientale, che occupa il settore settentrionale dell'isola di Borneo, confina a sud con l'Indonesia e a nord col Brunei. Il settore malese della penisola di Malacca presenta un'ossatura centrale costituita da formazioni montuose e tabulari discontinue, allungate nella direzione da nord-ovest a sud-est, che si collegano alla catena indocinese e hanno la loro origine nel corrugamento himalaiano. L'altitudine media varia dai 1000 ai 2000 metri; la vetta più alta si trova a nord, dove il Gunong Tahan raggiunge i 2190 metri. Vaste pianure sedimentarie fiancheggiano il sistema a ovest e a sud, mentre a est i rilievi arrivano spesso alla costa e frammentano una fascia pianeggiante ridotta nel settore settentrionale. I fiumi sono numerosi e molto ricchi di acque sui due versanti della catena: i più importanti sono il Kelantan, il Pahang, il Belum e il Muar. Le coste sono in genere basse e uniformi, talvolta sabbiose e paludose e fronteggiate da una serie di isole, isolotti e banchi corallini. Il territorio della Malesia Orientale si affaccia a ovest sul mar Cinese, a nord-est sul mar di Sulu e a est sul mar di Celebes. Il suo confine con la parte indonesiana dell'isola è segnato dalle alte cime delle catene montuose dei Kapuas Hulu, degli Iran e dei Penambo.

    Moneta: Ringgit malese

    Capitale: Kuala Lumpur

    La Religione: le religioni professate in Malesia sono: l'islam (63,7%), il buddismo (17,7%), il cristianesimo (9,4%), l'induismo (6%), il Confucianesimo, il Taoismo ed altre religioni tradizionali cinesi. La religione di Stato è l'Islam.

    Clima: Il clima malese è di tipo equatoriale, con temperature elevate, debolissima escursione termica annuale (mentre giornaliera 7 gradi di norma nell'intero paese considerando le immense foreste equatoriali schermanti la poderosa intensità solare) e precipitazioni abbondanti. L'influsso monsonico non è molto accentuato, ma comunque provoca un aumento delle piogge sulla costa est da novembre a febbraio, mentre sulla costa ovest solo il mese di agosto è molto piovoso con intensi e prolungati rovesci. La pioggia tende a cadere nel tardo pomeriggio e di sera, spesso in maniera violenta, con la formazione di temporali.
    Il Borneo è sempre un po' più umido rispetto al resto del Paese.
    La temperatura media annuale in tutto il paese (tra le minime: 24,5 °C, e le massime: 31,5 °C) tendenzialmente non è inferiore ai 28 °C (sino a 100 m s.l.m.) e le precipitazioni, salvo casi eccezionali, non scendono in nessun luogo su tutta la superficie del paese al di sotto dei 2000 mm annui. L'umidità relativa annuale non è di norma inferiore all'80% (fino all'85% per le zone maggiormente piovose e/o palustri) rimanendo relativamente costante nelle ore, 95% max - 65% min. A causa dell'elevata umidità che non favorisce un'ottimale traspirazione dell'organismo, le temperature percepite dalla pelle umana nelle ore centrali del dì non di rado possono giungere, per una durata di qualche ora, a 41-42 o 43 gradi (ma in casi eccezionali quasi sempre nelle metropoli o comunque in ambiente cittadino, si hanno temperature percepite sino a 48-49 o 50 gradi, per poche ore) rendendo il clima totalmente sconsigliabile per intraprendere esplorazioni o gite, in cui spesso è necessario movimento prolungato il quale affaticherebbe l'organismo nel mantenere tale la percezione epidermica di oltre 40 gradi, favorendo invece un effettivo graduale aumento della temperatura interna corporea reale.

    La cucina: la cucina malese tradizionale è decisamente piccante, avvicinandosi alla cucina indonesiana.
    La principale caratteristiche di questa cucina è rappresentata dall'uso abbondante di erbe e spezie e in particolare dalla presenza quasi costante del peperoncino nei vari piatti. Comune l'utilizzo della citronella, della centinodia, delle foglie di Pandan e del lime Cafra, mentre le spezie tradizionali come il cumino e coriandolo sono oramai associate a spezie indiane e cinesi quali pepe, cardamono, anice stellato, e fieno greco.
    Una giornata tipo prevede almeno tre pasti principali: la colazione, il pranzo e la cena, più innumerevoli snack consumati per lo più in strada. L'elemento comune di tutti i pasti è la presenza del riso, a colazione accompagnato da tè o caffè zuccherati e a piacere macchiati con latte condensato, a pranzo o cena servito con 4 o 5 piatti principali fritti o in umido e da stuzzichini vari, sambal e peperoncino.
    La cucina del Kelantan, a nord del paese, è più simile a quella thailandese, in particolare i sapori sono dolci legati all'ampio uso del latte di cocco e dello zucchero. La cucina del Kedah a est è invece più speziata per i contatti avuti in passato con l'India durante il periodo del commercio delle spezie.

    Documenti per l'espatrio: passaporto, con validità residua di almeno sei mesi al momento della partenza per la Malaysia, comunque necessaria per l’ingresso negli altri Paesi dell’area.(Per recarsi nella vicina Indonesia dalla Malaysia è ugualmente necessario essere titolari di passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento della partenza).
    Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.
    Visto di ingresso: il visto per turismo non è necessario per soggiorni non superiori a tre mesi. Informazioni sugli altri tipi di visto vanno richieste all’Ambasciata della Malaysia in Roma.
    Formalità valutarie e doganali: all’ingresso in Malaysia, il visitatore deve dichiarare l’ammontare di valuta estera in suo possesso, sia in contanti che in “traveller’s cheques” o altri strumenti negoziabili, qualora esso superi l’equivalente di 10.000 USD. Si tratta solo di una dichiarazione, in quanto non sono previsti limiti d’importazione, che potrà essere effettuata compilando l’apposito “Customs Form K22”. All’uscita dalla Malaysia, si dovrà nuovamente effettuare la dichiarazione valutaria, tenendo presente che non si potrà esportare valuta estera in misura superiore a quella denunciata all’ingresso nel Paese.

    Vaccinazioni obbligatorie: il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’ aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

    Sanità: il livello del servizio sanitario privato é superiore a quello del settore pubblico. In linea di principio, si possono effettuare in loco tutte le cure. Tuttavia, per problemi seri ed eventuali interventi chirurgici, e’ consigliabile il rientro in Italia. Si raccomanda pertanto di partire avendo sottoscritto un’assicurazione sanitaria che preveda non soltanto la copertura delle eventuali spese sanitarie (di ospedalizzazione) ma anche il rimpatrio del paziente con aereo sanitario. I trattamenti sanitari presso le strutture private infatti possono risultare particolarmente costosi. Non vi sono problemi per il reperimento dei medicinali in loco.

    Telefono: Per chiamare dalI'Italia in Malesia: 00 (internazionale) + 60 (prefisso della Malesia) + prefisso della città (Kuala Lumpur: 03; Penang: 04; Malacca: 06) + il numero.
    Dalla Malesia all'Italia: 00 (internazionale) + 39 (prefisso per l'Italia) + numero di telefono.

    Elettricità: 220 V. L'adattatore serve.

    Tasse e mance: il servizio (10%) e le tasse governative (circa il 5%) sono comprese nelle tariffe degli hotel e dei ristoranti. In Malesia la mancia non è prassi comune. Nulla vi impedisce però di lasciarla in cambio di un servizio particolarmente apprezzabile.




    Località raggiunte dal tour

    Kota Kinabalu
    Descrizione: Kota Kinabalu è la capitale dello stato di Sabah in Malesia.
    Kota Kinabalu è situata sulla costa nord-occidentale dell'isola del Borneo e si affaccia, tramite la baia di Gaya, sul Mar Cinese Meridionale. A 3 chilometri al largo della costa cittadina, si trova il secondo parco nazionale dello stato malese, il parco nazionale Tunku Abdul Rahman, che occupa un'area totale di 50 km2, comprende cinque isole, le rispettive barriere coralline e il tratto di mare circostante. A est-nord-est, il panorama è dominato dal monte Kinabalu (4.095 metri) che dà il nome alla città ed è la vetta più alta della catena montuosa del Crocker, la quale separa la costa nord-occidentale del Borneo da quella orientale.
    Kota Kinabalu - con una popolazione stimata, al 2009, di 579.304 abitanti - è la sesta città della Malesia per numero di abitanti e il più grande centro urbano dello stato di Sabah; la sua area metropolitana, che comprende il sobborgo di Putatan e l'intero distretto di Penampang, supera i 700.000 abitanti. Conosciuta in patria e all'estero con l'abbreviazione K.K. Kota Kinabalu rappresenta per la Malesia un'importante meta turistica (una delle principali attrazioni è il parco nazionale di Kinabalu, 88 km ad est della città) e un popolare luogo di passaggio per i viaggiatori che visitano il Sabah e il Borneo.[5]. La cittadina è anche uno dei maggiori centri industriali e commerciali della Malesia Orientale. Questi due fattori economici hanno contributo al rapido sviluppo demografico della città a cavallo del XXI secolo (da 160.122 abitanti nel 1991 e 305.382 nel 2000, fino a quasi 600.000 abitanti nel 2009.

    Kuching
    Descrizione:
    Amministrativamente la città coincide con il distretto omonimo, ed è suddivisa in tre municipi, ognuno con il proprio sindaco. La zona a nord del fiume Sarawak, in cui si trova la parte più antica e il moderno distretto finanziario, è amministrata dal Dewan Bandaraya Kuching Utara (Municipio di Kuching Nord), mentre la zona a sud del fiume è amministrata dal Majlis Bandaraya Kuching Selatan (Consiglio di Kuching Sud). Le due parti della città sono distinte geograficamente (sono collegate solamente da tre ponti sul fiume Sarawak) ed etnicamente, dato che la maggior parte della popolazione di Kuching Nord è di etnia malese o bumiputra, mentre Kuching Sud ha una popolazione in maggioranza di etnia cinese. La terza area amministrativa, che comprende la parte restante del distretto, è il Majlis Perbandaran Padawan, formata dalle aree rurali intorno alla città.

    Sandakan
    Descrizione: Sandakan è una città costiera della Malesia insulare, situata nella parte nord-orientale del Borneo Malese, ed è la seconda per importanza e per popolazione dello stato del Sabah. Presenta un'economia strettamente legata alla pesca e al commercio con le vicine isole delle Filippine. Il commercio è favorito dall'importante centro portuale e dall'aeroporto domestico che serve la città. Sandakan si sta aprendo molto velocemente al turismo grazie alla favorevole posizione, vero e proprio ponte di passaggio tra Kota Kinabalu, capoluogo del Sabah, e le suggestive isole orientali, le Turtle Islands, paradiso delle tartarughe e parco nazionale marino. La città è piuttosto povera di attrazioni, fatta eccezione per il caratteristico mercato locale.

    Taman Negara Batang Ai
    Descrizione: Il Batang ai National Park si trova nel distretto di Sri Aman del Sarawak, a circa 275 chilometri di strada dalla capitale di Kuching, non lontano dal confine con la parte indonesiana del Borneo, il Kalimantan. Batang ai è il nome del fiume omonimo, che oltre al parco dà nome anche al lago artificiale della zona.
    Gli abitanti del parco sono per lo più Iban. Il popolo Iban si è stabilito intorno a quest’area da oltre 400 anni, vivendo tradizionalmente in simbiosi con l’ambiente, al punto da diventare parte integrante dell’ecosistema della foresta pluviale. L’area di Batang ai è stata proclamata parco nazionale (taman negara) nel 1991 e si estende su una superficie di circa 240 km².
    Tra gli animali, il Batang ai ospita l’endemico primate del Borneo, l’orangutan. Seguono altri primati come il gibbone, la scimmia langurs, macachi dalla coda lunga, macachi dalla coda di maiale, il tarsio occidentale e lo slow loris, un roditore simile al tarsio. Sono presenti il leopardo nebuloso, orsi, maiali barbuti, cervi sambar, il tragulo, lontre, istrici e scoiattoli giganti. Con l’eccezione dei macachi, la maggior parte di questi animali sono timidi e difficilissimi da incrociare.

Condividi su: