soggiorni

Birmania Tour Torna ai Tour

  • PERLE DI BIRMANIA
  • 8 Giorni - 7 Notti - Min. 2 Persone

Un tour breve ma intenso che vi porterà a scoprire le più importanti meraviglie della Birmania, dalla capitale Yangon passando dal suggestivo Lago Inle, la spettacolare Bagan con le sue pagode e la mistica Mandalay, la capitale spirituale del Myanmar.

  • Calendario Partenze

    CALENDARIO PARTENZE DA YANGON
    2019
    Ottobre: 27
    Novembre: 10, 24
    Dicembre: 22, 29

    2020
    gennaio: 5, 19
    febbraio: 2,9,23
    marzo: 1, 15,29
    aprile: 19
    maggio: 10
    giugno: 14
    luglio: 5, 19
    agosto: 2,16,30
    settembre: 13
    ottobre: 4, 18
    novembre: 8, 22
    dicembre:6, 20, 27

  • PRIMO GIORNO: YANGON

    Arrivo individuale a Yangon secondo gli orari dei voli .

    Mingalabar e benvenuti in Myanmar! L’ex capitale Yangon, conosciuta anche con il nome di Rangoon, è la città più grande del Myanmar e continua a essere il più importante centro commerciale del paese e punto d’arrivo della maggior parte dei suoi visitatori internazionali. Il passato coloniale e il patrimonio religioso fanno della città uno dei luoghi più affascinanti del sudest asiatico.
    All'arrivo in aeroporto sarete accolti dalla vostra guida parlante italiano. Trasferimento con austista parlante inglese (senza guida) presso l’hotel per rilassarvi nella hall o per godere del tempo libero a disposizione in attesa dell’inizio delle visite.
    Le camere sono disponibili a partire dalle ore 14.

    OPZIONE: VISITE DI YANGON (POMERIGGIO)
    Iniziate la vostra giornata con una passeggiata in Mahanbandola Street dove si trova la Chiesa Imanuel Battista costruita nel 1830 e continuate camminando attraverso piccole strade piene di mercati e bancarelle di alimenti. Attraversando la via Pasodan, avrete l'opportunità di trovare molti negozi dove vengono venduti libri usati e libri fotocopiati. Durante la passeggiata potrete ammirare gli edifici della Corte Suprema, dell’Inland Water Transport e della sede della Myanma Port Authority prima di arrivare sulla Strand Road. La tappa successiva sará ai piedi del maestoso Strand Hotel. Continuando il vostro percorso sulla Strand Road potrete scoprire la Dogana e il Palazzo di Giustizia, un imponente edificio colonnato. Tornando al nord della città, passando per la verdissima Bank Street, arriverete alla Sule Pagoda Road dove sarà possibile consultare una delle numerose cartomanti che lavorano al fresco degli alberi. Non dimenticate di fare una pausa per fotografare la Pagoda Sule, simbolo del centro città costruito più di 2.000 anni fa. Continuate in direzione Mahabandoola Garden attraversando due quartieri molto animati: quello cinese e quello indiano. Esplorate i negozi d'oro di Shwe Bontha Street e date un'occhiata alla Sinagoga Moseh Yeshua sulla 26th Street.

    Appuntamento con la guida alle ore 4/4.30PM in base all’hotel.
    Visitate la Pagode Kyaukhtatgyi per ammirare una statua di Buddha sdraiato della lunghezza di 72 metri (quasi quanto le dimensioni di una balena blu!). Si tratta di una delle piú grandi riproduzione di Buddha in Myanmar.
    Nessun viaggio in Myanmar può essere considerato completo senza la visita della leggendaria Pagoda Shwedagon. Il miglior momento della giornata é sicuramente il tardo pomeriggio quando gli ultimi raggi del sole decorano la sua stupa dorata donandogli un aspetto meraviglioso.

    Pasti liberi. Pernottamento a Yangon

    Località: YANGON
  • SECONDO GIORNO: YANGON - BAGAN (volo)

    Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo diretto a Bagan.

    Arrivo ed inizio delle visite. Verso la metà del XI secolo Bagan, sotto il re Anawrahta (1044-1077), divenne un regno unico iniziando la sua età dell'oro, dove la cultura Mon e soprattutto la sua forma di Buddhismo Theravada esercitò un'influenza dominante. Il re divenne un convinto sostenitore delle idee e delle pratiche Theravada iniziando un programma di grandi costruzioni a sostegno della nuova religione. Dal regno di Anawrahta, fino alla conquista da parte delle forze di Kublai Khan nel 1287, la zona è stata il centro vibrante di una frenetica architettura religiosa. Nella piana di Bagan ci sono oltre 2.200 monumenti ancora in piedi, rimangono un numero uguale di rovine causati da terremoti, inondazioni ed invasioni. Proseguimento delle visite con il tempio di Ananda e del tempio Manuha.

    Nel tardo pomeriggio farete un giro in carrozza tra i templi di Bagan passando per Thatbyinnyu, tempio più alto di Bagan, l'imponente Tempio Dhammayangyi notevole per la sua architettura, e, naturalmente, il Tempio Htilominlo. E infine godetevi un magnifico tramonto dalle sponde dell’Irrawaddy.

    Pasti inclusi:
    Pranzo in ristorante locale. Cena libera.

    Località: BAGAN
  • TERZO GIORNO: BAGAN

    OPZIONE : VOLO IN MONGOLFIERA
    Dopo la prima colazione, visita del colorato mercato a Nyaung-oo, molto animato nelle ore mattutine, quindi visita della splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa a forma di campana è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania, seguirà la visita di altre pagode e templi tra i più importanti e scenografici e alla fabbrica della lacca, tipica di Bagan.

    Nel pomeriggio visita del villaggio di Minnanthu, dove si trovano templi dagli importanti affreschi ancora visibili e fuori dai normali circuiti turistici, in un ambiente rurale di grande serenità.

    Nel tardo pomeriggio sarete portati ad un molo dove vi aspetterá una piccola barca privata di legno. Accomodatevi all’ombra o all’aria aperta sul ponte cosí da godervi il magnifico panormama sul Irrawaddy. Rilassatevi a bordo della barca sorseggiando un cocktail rinfrescante accompagnato da deliziosi snack locali e ammirate il riflesso del sole al tramonto sulle calme acque del fiume. Questa escursione in barca costituisce un’alternativa alle visite dei templi e vi offrirá una una prospettiva diversa di Bagan.
    Pasti inclusi:
    Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    Sistemazione:
    Pernottamento a Bagan.

    Località: BAGAN
  • QUARTO GIORNO: BAGAN - MANDALAY (24O km.)

    Questa mattina partirete da Bagan in direzione di Mandalay lungo una strada che vi offrirá una vista panoramica incredibile. Seguirete la riva est del fiume Irrawaddy e , dopo avere lasciato la strada principale, passerete attraverso alcuni afascinanti villaggi. Durante il tragitto in aperta campagna potrete ammirare numerosi campi di miglio, sesamo, cotone, mais, riso e molti altri legumi. Tra tutte le strade che collegano Bagan a Mandalay, questa é sicuramente la piú scenica. Fate una pausa ad un tea shop a Myingyan, una tipica ciittadina del Myanmar, e continuate verso il piccolo villaggio Shwe Pyi Tha. Fate una breve passeggiata per le strade di questo villaggio di contadini ed incontrate i locali per scoprire la loro semplice vita quotidiana. Ritornerete sulla strada principale in direzione di Mandalay.

    Visita dell'affascinante Amarapura, antica capitale, il monastero Mahagandayon dove si assiste alla lunga processione e al silenzioso pasto comunitario di circa mille monaci, il ponte U Bein, il più lungo ponte tutto in tek del mondo su cui passeggiare.

    Una volta che il sole comincia a tramontare potrete cominciare a passeggiare lungo il leggendario ponte U Bein, il più grande ponte in teak del mondo costruito nel 1728 quando Amarapura era il centro della vita reale.

    Pasti inclusi:
    Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    Sistemazione:
    Pernottamento a Mandalay.

    Località: MANDALAY
  • QUINTO GIORNO: MANDALAY – ESCURSIONE ALLA CITTÀ REALE DI MINGUN

    Mandalay è oggi la seconda città del Paese con una popolazione che si aggira intorno al milione. Visita della città con i laboratori degli artigiani di marionette e degli arazzi, il monastero Shwenandaw, con splendidi intarsi di legno, meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana, unico superstite degli edifici del Palazzo Reale andati completamente distrutti durante la seconda guerra mondiale. Proseguimento con la visita di Kuthodaw Paya, che fu il risultato di un grande sinodo di 2400 monaci, chiamati da re Mindon nel 1857 per stabilire il canone definitivo del testo originale più antico dei 15 libri sacri che tramandavano gli insegnamenti del Buddha. Il testo fu scolpito in lingua pali su 729 lastre di marmo. Proseguimento per la collina di Mandalay per godere di una vista panoramica sulla città.

    Nel pomeriggio escursione in barca locale a Mingun, antica città reale. Lungo le rive del fiume si osservano panorami e scene della vita fluviale. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, la campana più grande del mondo, dal peso di 90 tonnellate, e la pagoda Myatheindan, costruita con particolari spire bianche, simboleggianti monti mitologici. Rientro a Mandalay, pernottamento a Mandalay.

    Pasti inclusi:
    Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    Sistemazione:
    Pernottamento a Mandalay.

    Località: MINGUN / MANDALAY
  • SESTO GIORNO: MANDALAY– VOLO - LAGO INLE E LO STATO SHAN

    Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo diretto a Heho, situato nello stato Shan ai confini con la Thailandia, è anche detto la “Svizzera birmana” per i bei paesaggi montani. Arrivo e proseguimento per il lago Inle attraverso un percorso panoramico di circa 1 ora. All’arrivo è previsto l’imbarco su una motolancia per il tour del lago Inle, uno specchio d’acqua poco profondo, misura una ventina di chilometri di lunghezza e una decina nel suo punto più largo. È limpido e di particolare suggestione a causa di diversi fattori ambientali, la serenità della gente e la soavità dei panorami. Qui ci si trova al cospetto di un mondo a sè con una popolazione unica, i circa 80.000 abitanti di etnia Intha (letteralmente "Figli dell’acqua"); in questo luogo magnifico essi conducono una vita semplice e dal lago traggono le risorse per vivere. Si potranno osservare i pescatori che remano con una sola gamba e pescano con una speciale nassa conica, i giardini galleggianti costruiti con fango e giacinti d’acqua e ancorati al fondo con pali di bambù.

    Visita del monastero Nga Pha Kyaung, un tempo famoso per i gatti che venivano addestrati dai monaci, visita dei villaggi degli Intha, costruiti sull'acqua e della grande pagoda Phaung Daw U, la più importante dello Stato degli Shan. Sistemazione in hotel e pernottamento.
    Pasti inclusi:
    Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    Sistemazione:
    Pernottamento sul Lago Inle.

    Località: INLE LAKE
  • SETTIMO GIORNO: LAGO INLE – ESCURSIONE AL SITO DI INTHEIN

    Non dimenticate di visitare il mercato a rotazione (5 giorni) presso il Lago Inle (Nota: il mercato é aperto tutti i giorni, tranne durante il periodo della luna nuova e durante i giorni di luna piena). Il mercato cambia meta ogni giorno, spostandosi di villaggio in villaggio, ed é frequentato sia dagli abitanti del lago, sia dalle differenti minoranze etniche dei villaggi circostanti e delle regioni montagnose da dove provengono i prodotti.

    La destinazione é la casa di una famiglia Intha dove potrete vivere un’esperienza che rimarrá per sempre impressa nella vostra memoria. Gli Intha, minoranza etnica della regione di Inle, hanno la particolaritá di vivere in palafitte e di crescere incredibili giardini galleggianti sul lago ( coltivazioni su matasse di humus costituito da erbe differenti, giacinto e terra, fissati al fondo del lago con bastoni di bamboo). Scoprirete tutti gli ingredienti e le tecniche culinarie degli Intha grazie alla famiglia che preparerá piatti tradizionali davanti ai vostri occhi.

    Escursione in motolance per la visita delle splendide colline di Inthein, un braccio secondario del lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano un antico monastero. Si ritorna al pontile attraversando una foresta di alti bambù. Si prosegue per i villaggi della parte centrale del lago tra cui il villaggio di Impawkho dove decine di donne lavorano ai telai; quindi si ammirano altri villaggi costruiti sull’acqua, e le famose coltivazioni di frutta e verdura galleggianti sulle acque.
    Pasti inclusi:
    Pranzo in una famiglia Intha. Cena libera.
    Sistemazione:
    Pernottamento sul Lago Inle.

    Località: INLE LAKE
  • OTTAVO GIORNO: HEHO-YANGON (VOLO), PARTENZA DA YANGON

    Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo diretto a Yangon.
    Pranzo in ristorante locale.
    Purtroppo é venuto il momento di dire addio a uno dei paesi piú impressionanti di tutto il mondo. A seconda dell’orario del vostro volo, potrete recarvi autonomamente al Bogyoke market, piú conosciuto come « Scott Market », per passeggiare tra le bancarelle piene di oggetti di artigianato e cosí effettuare gli ultimi acquisti (il mercato é chiuso tutti i lunedí e nei giorni festivi).
    Trasferimento all’aeroporto internazionale di Yangon. Check-in per il vostro volo di ritorno.

    Opzioni disponibili prima del trasferimento in aeroporto:

    OPZIONE 1 : Trattamento SPA 1h (senza guida)
    Full body massage presso un centro SPA a Yangon.

    OPZIONE 2 : visite di Yangon (pomeriggio)
    Scoprite le affascinanti reliquie religiose di Buddha trasportate qui migliaia di anni fa dai soldati Indiani, tesoro principale della Pagoda Botathaung. Visitate il Museo Nazionale ricco di esposizioni sulla storia, l’arte e la cultura birmana: potrete ammirare il celebre trono in oro a forma di leone appartenente all’antico palazzo reale di Mandalay.
    (Il Museo Nazionale é chiuso il Lunedi e durante i giorni festivi. Gli orari di apertura sono: 9-16)
    Nota: non possiamo assicurare preventivamente disponibilità di una guida in italiano per le visite. La disponibilità è quindi soggetta a riconferma.


    Località: YANGON
  • Al momento non ci sono offerte per questo tour

    Potrebbero interessarti anche

    € 100

    - offerta valida solo nel caso in cui compagnia e volo selezionati da Combotour saranno confermati 20 gg prima della partenza mantenendo tariffa garantita da preventivo, aeroporto di partenza e durata scalo

    ACCONTO 100 EURO = SCONTO 200 EURO!

    € 580

    Marocco - 8 GIORNI 7 NOTTI

    MAROCCO LE CITTA' IMPERIALI

    € 660

    Birmania - 9 giorni - 8 notti

    BIRMANIA "ZAINO IN SPALLA"

    € 1.050

    Costa Rica - 10 giorni - 9 notti

    COSTA RICA ZAINO IN SPALLA

    € 1.400

    Perù - 12 giorni - 11 notti

    PERU' ZAINO IN SPALLA

    € 1.560

    Argentina - 10 GIORNI - 9 NOTTI

    PATAGONIA EXPRESS

    € 1.650

    Guatemala / Belize - 10 giorni - 9 notti

    GUATEMALA & BELIZE

    € 1.900

    Sudafrica - 8 GIORNI - 7 NOTTI

    MERAVIGLIE DEL SUD AFRICA

    € 1.950

    Perù - 12 giorni - 11 notti

    PERU ON THE ROAD

    € 2.010

    Namibia - 12 GIORNI - 11 NOTTI

    NAMIBIA ADVENTURE - CAMPI TENDATI

    € 2.300

    Costa Rica - 10 GIORNI - 9 NOTTI

    BEST OF COSTA RICA

  • QUOTE A PERSONA (minimo 2 persone) partenze condivise

    PERLE DI BIRMANIA

    8giorni / 7 notti

     -Ea.

    dal 1/1/2020 al 30/04/2020

    DATE FISSE

    min. 2 persone

    dal 01/05/2020 al 30/09/2020

    DATE FISSE

    min. 2 persone

    dal 1/10/2020 al 31/12/2020

    DATE FISSE

    min. 2 persone

    quota a persona in camera doppia a partire da € 700 a partire da € 590 a partire da € 700

     

    Quota voli intercontinentali su richiesta.

    supplemento voli interni in Birmania € 300
    Le quote comprendono:

    •    Pernottamenti in hotel 3 stelle
    •    Pasti come indicato in ogni singolo programma
    •    Trasferimenti collettivi
    •    Visite ed escursioni con guide private e condivise
    •    Guide locali parlanti italiano
    •    Assistenza in loco con personale parlante italiano.


    Le quote non comprendono:

    •    Voli intercontinentali
    •    Voli interni (€ 300)
    •    Pasti/cene non indicati
    •    Bevande ai pasti
    •    Extra in genere
    •    Mance
    • VISTO DI INGRESSO IN BIRMANIA
    • assicurazione annullament facoltativa
    • Pacchetto “ZERO PENSIERI” € 55 a persona OBBLIGATORIO include: assistenza in viaggio, rimborso spese mediche (massimale € 30.000), garanzia bagaglio (massimale € 750), Blocca prezzo (blocchiamo e garantiamo il prezzo concordato proteggendolo da eventuali adeguamenti valutari applicabili prima della partenza), Kit di Viaggio


    N.B. 
    Supplementi obbligatori in caso di festività natalizie e festività locali (su richiesta). Possibilità di partenze in altri giorni della settimana con quotazione su richiesta.

  • Birmania - Informazioni Utili


    Descrizione: Capitale: Naypyidaw

    Popolazione: 46.900.000

    Superficie: 676.577 km²

    Fuso orario: +5,30h rispetto all'Italia, +4,30h quando in Italia vige l'ora legale.

    Lingue: la lingua ufficiale è il birmano. L’inglese è abbastanza diffuso nella classe medio-alta della popolazione.

    Religioni: buddhista, musulmana, cristiana.

    Moneta: Il kyat. Il cambio valuta può essere effettuato presso gli ormai numerosi sportelli di cambio, presenti anche all’aeroporto o nelle banche operanti nel Paese. La valuta locale - non convertibile - ha corso legale esclusivamente in Myanmar ed è utilizzata per le spese in loco tranne che per l’acquisto dei biglietti aerei, sia interni che internazionali, che normalmente viene effettuato in dollari.

    Prefisso per l'Italia: 0039

    Prefisso dall'Italia: 0095

    Clima e stagioni
    Il clima è tropicale umido con alternanza di stagioni. Temperato da novembre a febbraio, caldo da marzo a maggio, piovoso da maggio/giugno ad ottobre.

    DOCUMENTI
    Il passaporto è necessario, con validità residua non inferiore a 6 mesi dalla scadenza dal momento dell'entrata in Myanmar.
    Il visto è necessario, da richiedersi presso l’Ambasciata dell’Unione del Myanmar a Roma. Viale di Villa Grazioli, 29 00198 Roma.
    Tel.: (06) 36.30.37.53 – 36.30.40.56 - Fax: (06) 36.29.85.66
    Dal 1 settembre 2014 e’ stata introdotta una procedura online di richiesta di visto esclusivamente per turismo che consente l’ottenimento del visto direttamente presso gli aeroporti internazionali del Myanmar (Yangon, Mandalay, Nay Pyi Taw).
    La nuova procedura consente di far domanda di visto turistico della durata massima di 28 giorni e con entrata singola, previo pagamento del visto con carta di credito. Successivamente al pagamento viene trasmessa via email la relativa ricevuta, indispensabile per l’ottenimento del visto in aeroporto.
    Il visto per affari “on arrival” va processato invece dalla societa’ birmana invitante presso le autorita’ competenti, almeno 15 giorni prima del previsto arrivo, presentando la documentazione relativa alla societa’ straniera invitata. Per quanto attiene infine alle restanti tipologie di visto (studio, seminari, conferenze), esso continua a dover essere richiesto presso le Ambasciate del Myanmar del paese di residenza.
    Il portale per la domanda di visto online e’ www.evisa.moip.gov.mm, altre informazioni sulle tipologie di visto e i valichi di frontiera sono reperibili al sito www.mip.gov.mm.

    Località raggiunte dal tour

    Bagan
    Descrizione: Una distesa di 26 chilometri quadrati di pianura dove sorgono, tra la vegetazione, 2.230 templi buddisti. E' Bagan, il sito archeologico della Birmania. La vista panoramica della valle è talmente bella che sembra quasi un miraggio. Il sito archeologico si trova nella parte centrale della Birmania ed occupa, con i suoi templi ed edifici, un'immensa pianura dove un tempo sorgeva l'antica capitale Bagan.
    Bagan si trova nella zona arida di della Birmania, quindi la sua temperatura media è piuttosto elevata tutto l'anno con massime che vanno dai 30 ai 37 °C (con picco ad aprile) e le minime che vanno da 25 a 18 °C (con minima a gennaio). I monti Arakan precludono l'accesso ai monsoni.

    Inle lake
    Descrizione: Situato in un'ampia conca a 850 m slm, circondato da verdi montagne, con una lunghezza di circa 20 km ed una larghezza massima di 10, il lago Inle è uno specchio d'acqua poco profondo, punteggiato da chiazze di vegetazione e giacinti d'acqua.
    Collocato nel montuoso stato di Shan, è situato nella parte orientale del Myanmar, in cui vivono minoranze etniche dai costumi ed abitudini particolari.
    Il circuito del Lago Inle con Pindaya e Kalaw si effettua in auto lungo strade secondarie. Il percorso collinare si snoda attraverso piccoli villaggi, risaie e campi coltivati ad ortaggi.
    Il lago Inle è abitato dall'etnia Intha, "i figli del lago",diventata famosa per il curioso modo di remare dei pescatori: in piedi sulla barca, utilizzano un solo remo, spinto da una gamba.
    Altra curiosità è la coltivazione degli orti galleggianti, fertili ammassi di terreno paludoso e alghe, sui quali gli Intha producono frutta e ortaggi. Il piccolo paese di Nyaung Shwe rappresenta il centro del Lago Inle, sede di un museo e del Palazzo Reale Shan.

    Mandalay
    Descrizione: Con i suoi 800 mila abitanti, è la seconda città del Myanmar, per importanza ed estensione, e il principale centro buddhista del Paese: per i numerosi templi e monasteri ha meritato il soprannome di "città dalle 730 pagode". Mandalay è anche una delle più note mete turistiche del Myanmar, mantenendo, comunque, l'atmosfera di un grande centro rurale (forse anche grazie alla configurazione dell'agglomerato urbano, disperso a macchia d'olio su una grande pianura, senza un centro apparente). Il cuore dellla città è rappresentato dall'antica cinta muraria del palazzo reale, circondata da strade larghe, intrecciate a scacchiera, i cui nomi sono dati da numeri o lettere dell'alfabeto accompagnate da Road o Street. La principale attrazione turistica, proprio alle spalle delle mura, è la Collina Sacra (236 metri) su cui si erge un magnifico complesso di templi, che domina l'intera vallata.

    MIngun
    Descrizione: Posto circa a 12 kilometri a nord di Mandalay sulla riva opposta del maestoso fiume Ayeyarwaddy, Mingun ospita oggi la seconda più grande campana del mondo, pesante 90 tonnellata, vicino alla pagoda incompleta che l’avrebbe dovuta ospitare. La pagoda di Mingun era stata progettata per divenire il più grande monumento del mondo, anche se oggi è solamente il più grande mucchio di mattoni del mondo.

    E’ raggiunta dai traghetti che attraversano il fiume e il tragitto dura 1 ora durante la risalita del fiume e 40 minuti nella ridiscesa, tempo durante il quale è possibile osservare piacevolmente la vita lungo il fiume.

    Yangon
    Descrizione: Yangon (nota anche come Rangoon) è la più grande città della Birmania (4.576.000 ab.), di cui è stata la capitale fino al 2005. E' situata a sud del paese lungo le rive del fiume Hlaing ed è un attivissimo porto commerciale e un importante centro culturale. Fondata nel VI secolo a.C., divenne capitale nel 1775 quando Alaungpaya le diede, a conclusione di numerose guerre interne, il nome Yangon, che significa letteralmente “fine della lotta”.
    Yangon è nota per i suoi eleganti edifici coloniali, purtroppo oggi alquanto decadenti. Nel 1990 si diede avvio alla costruzione di moderni grattacieli in seguito al varo di una legge che apriva il paese agli investimenti stranieri. Ciò nonostante, Yangon continua ad essere una città del passato come dimostrano le bancarelle per strada e i suoi pungenti odori. Da vedere:
    Swedagon Paya - La principale meta di pellegrinaggio in Birmania è questa stupa buddista la cui cupola dorata raggiunge l'altezza di 100 metri. All'interno della pagoda è custodita una reliquia e precisamente una ciocca di capelli che secondo la credenza popolare sarebbe appartenuta al Budda. L'ingresso alla pagoda è a pagamento. Esiste un ascensore che porta fino al basamento della stupa.
    Vijaya Paya - Vicino a Shwedagon Paya si erge questa stupa la cui costruzione risale al 1980.
    Sule Paya - Situata nel centro di Yangon, anche questa stupa di forma ottagonale custodisce al suo interno un'altra ciocca di capelli che si crede essere appartenuta al Budda
    Cattedrale di Santa Maria - La cattedrale cattolica con un bell'interno
    St. Paul's Cathedral - Una delle due cattedrali anglicane costruite al tempo della dominazione inglese.
    Musmeah Yeshua Synagogue - Situata al nº 86 della 26^ Strada, è l'unica sinagoga di Yangon. Fu eretta nel 1893 e il suo interno è ben conservato.
    Giardino zoologico - Aperto nel 1906, vi sono ospitati esemplari della ricca fauna del paese. In occasione di festività pubbliche vi si tiene il circo degli elefanti e la danza dei serpenti. Lo zoo è aperto dalle 08:00 alle 18:00.
    I Giardini Mahabandoola - Si trovano nel centro cittadino tra il fianco di Sule Paya e il lungofiume. Sono famosi per i loro magnifici roseti. Il monumento all'indipendenza, a forma di obelisco, si trova al centro del parco. Tutt'intorno si estendono edifici coloniali in alcuni dei quali hanno sede le ambasciate dell'India e degli Stati Uniti d'America.
    Il Parco del Popolo - Vicino a Shwedagon Paya. È famoso per le sue fontane. Chiude alle 19:00 e si paga qualcosa per accedervi.
    Il lago di Inya - Il più grande dei laghi che costellano la città di Yangon è circondato da un parco dove si trovano gli edifici dell'Università e il famoso albergo Inya Lake. Molte le ville private che appartengono a esponenti della giunta militare che governa il paese con pugno di ferro.
    Lago Kandawgyi - Noto in epoca coloniale come Victoria Lakes, ha una forma ovale e gli stranieri che desiderano accedervi devono pagare qualcosa. All'estremità sud occidentale del lago si trova il palazzo Karaweik costruito nelle forme di un'antica imbarcazione reale birmana mentre nel suo angolo di nord-ovest si trova il parco Bogyoke Aung San Park accessibile da via Natmauk.
    Mausoleo dei Martiri - Eretto per ricordare l'assassinio del generale Aung San e di 6 membri del suo governo. Il monumento si trova sulla sommità di una collina a fianco di Shwedagon Paya e offre belle viste sulla città sottostante.
    Casa di Aung San Suu Kyi - Si trova sul viale dell'Università vicino alle rive del lago Inya. Sono molti i turisti stranieri che per curiosità vanno a vedere la residenza dell'unico leader che è stato capace di mettere in crisi la giunta militare che da decenni ormai governa il paese con pugno di ferro. La villa è recintata con filo spinato ed è sorvegliata da forze della polizia militare. Il traffico su questo tratto del viale è stato deviato e la visita rimane un po' difficile per via dei posti di blocco che vietano anche il traffico pedonale.
    Museo Nazionale - Si trova al nº 26 di via Pansodan ed ospita collezioni di manufatti di epoca birmana. È aperto dalle 10:00 alle 15:00 e chiude di sabato e domenica.

Condividi su: