soggiorni

Cina Tour Torna ai Tour

  • CINA E TIBET IN TRENO
  • 11 Giorni - 10 Notti - Min. 2 Persone

un tour della Cina che parte dalla capitale Pechino, arriva a Lhasa in treno, “terra degli Dei”, capitale della Regione Autonoma del Tibet e si conclude nella metropoli moderna di Shanghai.

  • Calendario Partenze


    2020
    OGNI LUNED'/GIOVEDì
    APRILE: 20, 23, 27, 30
    MAGGIO 4, 7, 11, 14, 18, 21, 25,28
    GIUGNO 1, 4, 8, 11, 15, 18, 22, 25,29
    LUGLIO 2, 6, 9, 13, 16, 20, 23, 27, 30
    AGOSTO 3, 6, 10, 13, 17, 20, 24,27,30,31
    SETTEMBRE 3,7,10,14,17,21,24
    OTTOBRE 5,8,12,15,19,22,26,29

  • 1° GIORNO: PECHINO

    All’arrivo a Pechino, capitale della Repubblica popolare cinese, una delle città più vaste e popolate al mondo ricchissima di monumenti di grande interesse, accoglienza e trasferimento in hotel. Resto del giorno a disposizione.
    PERNOTTAMENTO A PECHINO

    Località: PECHINO
  • 2° GIORNO: PECHINO

    Prima colazione e visita della Grande Muraglia (sezione Badaling), colossale opera architettonica concepita a scopo difensivo e via di comunicazione lunga oltre 6.000 km. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, rientro in città e passeggiata nella moderna area di Sanlitun.
    Cena di benvenuto all’eccellente Beijing Roast Duck Restaurant.
    PERNOTTAMENTO A PECHINO

    Località: PECHINO
  • 3° GIORNO: PECHINO

    Dopo la prima colazione, visita della gloriosa Piazza Tian An Men e del Palazzo Imperiale, meglio conosciuto come Città Proibita, simbolo della Cina tradizionale e capolavoro dell’architettura classica. Pranzo in ristorante locale selezionato e, nel pomeriggio, visita del Palazzo d’Estate, splendida residenza estiva degli Imperatori situata ad una decina di chilometri a nord-est della città.
    PERNOTTAMENTO A PECHINO

    Località: PECHINO
  • 4° GIORNO: PECHINO/XINING – LHASA

    Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo per Xining.
    All’arrivo trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza per Lhasa, “terra degli Dei”, capitale della Regione Autonoma del Tibet, centro delle attività politiche, economiche, culturali e religiose del paese.
    TRENO XINING /LHASA Z265/Z165 (PERNOTTAMENTO A BORDO IN CUCCETTA, 4 PAX A SCOMPARTIMENTO)

    Località: PECHINO / LHASA
  • 5° GIORNO: LHASA

    Trasferimento dalla stazione ferroviaria di Lhasa all'hotel e tempo a disposizione per l’acclimatamento all’altitudine.
    PERNOTTAMENTO A LHASA

    Località: LHASA
  • 6° GIORNO: LHASA/YAMDRUKTSO LAKE/LHASA

    Dopo colazione, trasferimento a Gyantse passando sul famoso Yamdrok a 4.488 metri di altitudine, il lago scorpione dalle acque turchesi dalla grande superficie di 678 metri quadrati, uno dei tre grandi specchi d’acqua sacri del Tibet, terra di grandi bellezze naturali, assieme al Lhamo La-tso, al Namtso e al Manasarovar.
    Pranzo pic-nic sul lago.
    PERNOTTAMENTO A LHASA

    Località: LHASA
  • 7° GIORNO: LHASA

    Prima colazione e visita del Palazzo Potala, ex residenza invernale del Dalai Lama, vasto e maestoso labirinto di corridoi e scale che conducono in innumerevoli camere riccamente decorate con statue, tombe, dipinti e oggetti d'antiquariato. Si sale oltre il Palazzo Bianco nel Palazzo Rosso, con l’esperienza indimenticabile delle lunghe file di pellegrini che offrono sciarpe di seta, monete o burro di yak da bruciare nei santuari. Nota: la visita richiede una buona forma fisica a causa delle scalinate.
    Dopo il pranzo in ristorante locale, visita del Monastero di Sera, uno dei tre più grandi del Tibet dove hanno luogo i famosi "dibattiti quotidiani" dei monaci.
    PERNOTTAMENTO A LHASA

    Località: LHASA
  • 8° GIORNO: LHASA

    Prima colazione e visita del tempio di Jokhang, più piccolo del Potala ma non meno affascinante: affollato di visitatori, abitanti e pellegrini che vengono qui a pregare, questo edificio a 4 piani è centro spirituale del Tibet e meta sacra per i buddhisti. Dall’alto si gode di una magnifica vista su Barkhor Street e sui tetti d'oro circostanti superbamente decorati con figure di animali e campane, mentre all’interno, nella sala centrale, si trova l'oggetto più antico e più prezioso del Jokhang, una statua sacra a grandezza naturale in posizione seduta del Buddha Sakyamuni, portata in Tibet dalla principessa Wen Cheng nel 700 d.C. Ornata da molti gioielli e circondata da lampade alimentate da burro di yak, è oggetto di venerazione da secoli. Interessante osservare i pellegrini dalle colorate vesti tradizionali di ogni parte del Tibet che muovono in senso orario facendo girare le ruote di preghiera o che si affollano davanti al cancello principale, ed esperienza unica unirsi a loro nello shopping di prodotti locali sulle bancarelle o rilassarsi con una fragrante tazza di tè o caffè godendosi lo spettacolo.
    Dopo il pranzo in ristorante locale, visita di Norbulingka, costruito come residenza estiva per il Dalai Lama e poi usato dall'amministrazione governativa.
    PERNOTTAMENTO A LHASA

    Località: LHASA
  • 9° GIORNO: LHASA - SHANGHAI

    Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Shanghai, la ‘perla d’Oriente’, il maggiore polo economico della Cina ed una delle più moderne metropoli internazionali. Sistemazione in hotel all’arrivo.
    PERNOTTAMENTO A SHANGHAI

    Località: LHASA / SHANGAI
  • 10° GIORNO: SHANGHAI

    In mattinata, dopo la prima colazione, visita del Giardino del Mandarino Yu, capolavoro cinquecentesco in stile Ming che riproduce il tipico paesaggio del Sud del paese con laghetti, rocce e torrenti, e del bazar. A seguire, il tempio del Buddha di Giada, con la statua nel prezioso materiale di colore bianco proveniente dal Myanmar, e il Bund. Dopo il pranzo in ristorante locale, rientro in hotel e pomeriggio libero.
    PERNOTTAMENTO A SHANGHAI

    Località: SHANGAI
  • 11° GIORNO: SHANGHAI

    Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.

    Località: SHANGAI
  • Al momento non ci sono offerte per questo tour

    Potrebbero interessarti anche

    € 580

    Marocco - 8 GIORNI 7 NOTTI

    MAROCCO LE CITTA' IMPERIALI

    € 690

    Giordania - 8 GIORNI - 7 NOTTI

    LE MERAVIGLIE DELLA GIORDANIA

    € 750

    Vietnam - 6 GIORNI - 5 NOTTI

    VIETNAM VERO

    € 850

    Cambogia - 7 notti - 8 giorni

    CAMBOGIA AUTENTICA

    € 1.100

    Giappone - 7 GIORNI - 6 NOTTI

    EASY TOKYO & KYOTO

    € 1.650

    Guatemala / Belize - 10 giorni - 9 notti

    GUATEMALA & BELIZE

    € 1.950

    Perù - 12 giorni - 11 notti

    PERU ON THE ROAD

  • QUOTE A PERSONA (minimo 2 persone) partenze condivise

     CINA E TIBET IN TRENO

    11 giorni / 10 notti

    -As.

    dal 01/01/2020 al 29/10/2021
    con partenze a date fisse


    OGNI LUNEDI'/GIOVEDì

     

    quote a persona in camera doppia a partire da € 3550

    Quota voli intercontinentali su richiesta

    Le quote comprendono:

    • I pernottamenti in camera doppia
    • I pasti indicati nel programma incluso 1 bicchiere di acqua/soft drink/birra locale.
    • Tutti i trasferimenti in veicoli con aria condizionata
    • I voli interni in classe economica come indicato nel programma (tasse aeroportuali escluse)
    • I treni in vagoni di seconda classe per i treni ad alta velocità (possibile la prenotazione della prima classe con il supplemento)
    • Le visite e gli ingressi ai monumenti citati
    • Servizio di guide parlanti italiano a Pechino, Xian, Shanghai, in lingua inglese nel resto delle città.

     

    Le quote non comprendono:

    • Voli intercontinentali
    • Pasti/cene non indicati
    • Bevande ai pasti
    • Extra in genere
    • Mance obbligatorie da pagare in loco
    • assicurazione annullamento facoltativa
    • Pacchetto “ZERO PENSIERI” € 55 a persona OBBLIGATORIO include: assistenza in viaggio, rimborso spese mediche (massimale € 30.000), garanzia bagaglio (massimale € 750) Blocca prezzo (blocchiamo e garantiamo il prezzo concordato proteggendolo da eventuali adeguamenti valutari applicabili prima della partenza), Kit di Viaggio
  • Cina - Informazioni Utili


    Descrizione: DOCUMENTI E VISTI

    Per l’ingresso nella Repubblica Popolare Cinese bisogna essere in possesso del passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di ingresso in Cina, provvisto di regolare visto. Dal mese di Marzo 2016 è possibile ottenere il visto turistico on line. La procedura è valida anche per richieste di 1 sola persona. È necessario fornire: · fotocopia a colori dell’intero passaporto completa di tutte le pagine · indirizzo completo del cliente in Italia · recapito telefonico del cliente · occupazione ·Nel caso in cui si desidera ricevere il visto direttamente al proprio domicilio, è necessario fornire anche l’indirizzo per la consegna (cliente o agenzia intermediaria). IMPORTANTE: deve essere sempre presente qualcuno e in caso di problemi nella consegna, l’organizzatore non è da ritenersi responsabile. In alta stagione o per agenzie situate in zone remote (isole comprese) per evitare rischi, è suggerita la procedura “classica”. Il formulario, il visto viene spedito con corriere espresso dalla Cina 7 giorni prima della partenza dall’Italia ed ha validità di 1 mese a partire dalla data di emissione. Se invece si preferisce ottenere il visto tramite Consolato, chiediamo gentilmente di compilare in tutte le sue parti il modulo che dovrete scaricare al seguente indirizzo: www.visaforchina.it/MIL_IT/ nella sezione “Documenti scaricabili on line / Modulo di richiesta per il visto cinese”.
    Per l’ingresso in Tibet occorre un ulteriore visto che viene rilasciato dall’agenzia turistica del Tibet.
    Si prega la massima cura nella compilazione del modulo per espletare le formalità richieste. Il costo del visto on line è di € 105, mentre tramite consolato di € 165.
    VIAGGI ALL’ESTERO DI MINORI
    – La normativa sui viaggi all’estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali. Si consiglia di assumere informazioni aggiornate presso le ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia, presso la propria questura ed il proprio agente di viaggi; per i figli minori di genitori che viaggiano separatamente o separati legalmente o divorziati, si consiglia di contattare le autorità competenti per la verifica della documentazione specifica richiesta;
    – Dal 26.06.2012 tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all’estero soltanto con un documento di viaggio individuale. Ne consegue che da quella data non sono più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.
    BAGAGLIO
    La regolamentazione cinese impone che tutte le valige debbano essere munite di lucchetto, o serratura a combinazione, ed essere accompagnate, ognuna, da un’etichetta riportante nome, cognome ed indirizzo. Per quanto riguarda il bagaglio a mano è vigente il regolamento internazionale: 1 solo bagaglio a bordo le cui dimensioni (altezza, larghezza, profondità) non superino 115 cm; non deve contenere denaro, oggetti di valore, fragili, o infiammabili.
    CLIMA
    A causa della vastità e della varietà del territorio cinese, il clima presenta sensibili differenze dalle regioni costiere alle regioni interne, dai territori del nord a quelli del sud. E così è anche per le precipitazioni che hanno valori elevati nel sud e minimi al nord. Nel centro-nord si ha un clima continentale con un inverno molto rigido e con una calda estate. Lungo la costa, fino nelle regioni più meridionali, e nel loro immediato entroterra si ha un clima mite in inverno mentre l’estate è umida ed afosa. I mesi ideali per visitare la Cina, sotto il punto di vista climatico sono aprile, maggio, giugno, settembre e ottobre, anche se nei restanti mesi alcune regioni si prestano ad ospitare turisti.
    FUSO ORARIO
    Pur avendo un territorio tanto vasto da coprire 5 fusi orari, in tutta la Cina vige l’ora della capitale, Pechino che è di 7 ore in più rispetto all’ora italiana. Durante il periodo dell’ora legale, la differenza si riduce a più 6 ore.
    VALUTA
    Il Renminbi, “moneta del popolo” e la moneta cinese. La sua unità è lo YUAN (in monete da 1 ed in banconote da 1, 2, 5, 10, 20, 50 e 100), che si suddivide in dieci JIAO (in banconote da 1, 2 e 5), che a sua volta si suddivide in FEN (oramai usato raramente). Gli alberghi, le banche ed i negozi dell’amicizia applicano un tasso ufficiale fissato dalla Bank of China. Oltre alle più comuni valute straniere, anche l’Euro viene comunemente cambiato. Al termine del viaggio è possibile convertire la moneta cinese rimasta, presentando una ricevuta di cambio. Accettati anche i Travellers’ Chèque. Sta avendo anche un’ampia diffusione l’utilizzo delle carte di credito (Visa, Mastercard, American Express, Diners) soprattutto negli hotels, nei negozi dell’Amicizia e nei grandi centri commerciali. Ricordiamo che ad Hong Kong è tuttora in vigore il Dollaro di Hong Kong (HK$ o HKD). Indicativamente uno Yuan corrisponde a 0,11 Euro circa.
    MANCE
    La mancia, seppure non obbligatoria, è una buona norma. Oggi, in Cina, l’abitudine di dare mance è molto diffusa, contrariamente a quanto avveniva anche in un recente passato. Tutte le persone che vengono a contatto con i turisti si aspettano di ricevere la mancia. In caso di gruppo, l’accompagnatore raccoglie una somma tra i partecipanti, all’inizio del viaggio, e la distribuisce durante il soggiorno. Nel caso di viaggi individuali, non esistendo una tariffa standard, suggeriamo di affidarsi al proprio buon senso dando la mancia nel caso in cui si rimane soddisfatto del servizio prestato. È buona norma calcolare 1 o 2 Euro al giorno e per persona per gli autisti; 3 o 4 Euro al giorno e per persona sia per la guida locale che per la guida nazionale. Nei ristoranti si consiglia di lasciare una mancia pari o superiore al 10%.
    TASSE AEROPORTUALI
    (CAAC Airport Management and Construction Fee) Le tasse aeroportuali internazionali e le tasse aeroportuali nazionali che riguardano tratte interne di volo sono da pagare interamente prima della partenza.
    ELETTRICITÀ
    La corrente elettrica è a 220 volts e 50 Herz. Le prese sono con spine a due poli, tuttavia capita di trovare anche altri tipi di prese. Negli alberghi internazionali è possibile trovare degli adattatori tuttavia consigliamo di munirsi, sin dalla partenza,di adattatore multiplo. Si suggerisce inoltre di portarsi da casa anche le pile di ricambio per la ricarica degli apparecchi a batteria.
    ALBERGHI E CAMERE
    Da quando la Cina ha aperto le frontiere al turismo, fine anni settanta primi anni ottanta, il livello e la qualità alberghiera è notevolmente migliorata, specialmente nelle grandi città. Nel giro di pochi anni sono stati costruiti numerosi grandi alberghi con strutture eleganti e provviste di ogni comfort. La maggior parte degli alberghi di 4 e 5 stelle appartengono alle grandi catene alberghiere internazionali ed hanno personale addestrato all’estero per fornire uno standard di servizio elevato, al pari dei grandi alberghi di Hong Kong, europei ed americani. Ricordiamo tuttavia che nelle zone meno battute da turismo, il livello degli alberghi è inferiore e non comparabile con lo standard medio offerto dagli alberghi occidentali. Le camere sono normalmente a due letti da una piazza e da una piazza e mezza. Negli alberghi in Cina non esistono camere triple. Un terzo letto (definibile più che altro una branda e idoneo più per un bambino che per un adulto) può essere aggiunto in una camera doppia andando tuttavia a ridurre inevitabilmente lo spazio a disposizione. Il terzo letto non comporta nessun tipo di riduzione di prezzo. In tutte le città proposte in catalogo le quote degli hotels includono la prima colazione a buffet. Nel caso di manifestazioni fieristiche le quote sono soggette a riconferma. La classificazione alberghiera adottata nel presente catalogo è quella ufficialmente assegnata agli hotel dal National Tourism Administration of P. R. of China (Amministrazione Nazionale del Turismo della Repubblica Popolare Cinese).
    N.B. Il check-in nelle camere è previsto dalle ore 14. Il check-out entro le ore 12.
    LINGUA
    Il cinese è una lingua basata sulla lettura di ideogrammi, circa 60.000, che per la maggior parte hanno una storia risalente alle origini dell’Impero cinese. Il cinese scritto è stato, nei secoli, uno dei principali fattori di unificazione cinese. Infatti pur essendoci notevoli differenze di pronuncia da una regione all’altra, dovute anche alla vastità del territorio, la scrittura, e di conseguenza gli ideogrammi, sono sempre uguali. Dopo la nascita della Repubblica Popolare Cinese si è cercato di semplificare la comunicazione tra le genti. Fu introdotto così il cosiddetto cinese mandarino, detto anche “lingua comune”, molto simile al dialetto parlato nella zona di Pechino. Accanto alla “lingua ufficiale” sono tuttavia presenti le lingue locali, dialetti regionali, nel caso di differente pronuncia, o vere e proprie lingue dei gruppi etnici (es.: nello Yunnan, Xinjiang, Tibet). L’inglese parlato è presente principalmente negli aeroporti, negli alberghi di buona categoria e nella segnaletica.
    ABBIGLIAMENTO
    Dopo un’attenta analisi del clima nelle zone che vengono visitate, e il periodo in cui si sceglie di visitarle, si consiglia la praticità piuttosto che l’eleganza. In linea di massima, a fronte di un estate tendenzialmente molto calda, ci si può imbattere, specie nelle regioni interne, a sbalzi di temperatura tra le ore diurne e le ore notturne. Ricordiamo inoltre di tenere sempre conto del fattore “aria condizionata”. Infatti in tutti i luoghi chiusi (musei, hotels, ristoranti, ecc.) vi è sempre una forte aria condizionata. Per chi visita le regioni meridionali, tendenzialmente più umide, si consigliano “spolverini” o pratici impermeabili. Per chi visita le regioni desertiche, ricordiamo cappello ed occhiali da sole.
    VACCINAZIONI
    Nessun tipo di vaccinazione viene richiesto per l’ingresso in Cina.
    NEGOZI PER TURISTI
    Un consiglio che ci sentiamo di dare è quello di concordare, con la vostra guida nazionale cinese o con il vostro accompagnatore dall’Italia, le soste da effettuare per lo shopping.
    TOUR
    Tour individuali
    Vengono definiti tour individuali tutti i viaggi ad hoc che vengono organizzati su misura per soddisfare la richiesta di un piccolo nucleo di clienti. Viene fornita in ogni località l’assistenza di una guida locale parlante italiano (o inglese o francese) che provvederà ad accoglierli all’arrivo, assisterli durante i trasferimenti, le giornate di visite ed escursioni ed a riaccompagnarli in aeroporto per il disbrigo delle formalità d’imbarco.
    Tour di gruppo
    Si tratta di tour con date di partenze fisse, generalmente da Pechino ogni lunedì. Partono con minimo 2 partecipanti e raccolgono passeggeri di vari operatori di nazionalità italiana. Al raggiungimento di 6 persone i tour vengono accompagnati da una guida nazionale cinese parlante italiano che seguirà il gruppo durante tutto l’itinerario, dall’arrivo in Cina fino alla partenza; la guida nazionale viene di volta in volta affiancata da guide locali parlanti italiano (o inglese o francese), e questo per venire più a stretto contatto con le realtà sociali, culturali e storiche delle singole località visitate.
    Per quanto riguarda le guide locali parlanti italiano, può capitare che, a causa del loro numero esiguo, specialmente in periodi di altissima stagione e in certe regioni, anche se confermate, all’ultimo momento non siano disponibili o vengano utilizzate guide con scarsa conoscenza della lingua italiana.

    Località raggiunte dal tour

    Pechino
    Descrizione: Pechino (Beijing), Capitale della Repubblica Popolare Cinese, è il centro politico, culturale e di scambio internazionale del paese. Ha la giurisdizione di 18 distretti su un’area di 17.000 chilometri quadrati e una popolazione di 11,68 milioni di persone. Situata nella parte settentrionale delle pianure della Cina del nord, ha un clima semi-umido e le quattro stagioni distinte, con autunni e primavere brevi e lunghe estati e inverni.
    Pechino è famosa nel mondo per la sua cultura e la sua lunga storia. Circa 700.000 anni fa, l’Homo Pekinensis, uomo primitivo dell’era pleistocene, visse a Zhoukoudian, situata nei pressi della capitale.
    Nel 938 d.C la città fu capitale della dinastia Liao (907-1125); in seguito fu capitale delle dinastie Im (1115-1234), Yuan (1279-1368), Ming (1368- 1644) e infine Qing (1644- 1911), per un totale di oltre 800 anni.
    Si spiega perché questa Capitale d’Oriente vanta numerosi siti di interesse storico: la Città Proibita, il più grande complesso di edifici del suo genere al mondo; la Grande Muraglia, nota per essere una delle otto meraviglie del mondo; il Tempio del Cielo, il più grande tempio per onorare il Cielo; le tombe Ming, il più compatto gruppo tombale imperiale della Cina; il Palazzo d’Estate, ecc. Come stelle del firmamento questi monumenti sono i simboli dell’antica cultura cinese e dei sentimenti della Nazione, costituendo allo stesso tempo fondamentali fonti di interesse turistico a Pechino.
    Circondata da colline e vette piuttosto elevate, la periferia di Pechino presenta uno scenario naturale incantevole costituito da alberi sempreverdi, templi antichi, corsi d’acqua, cascate e villaggi contadini rimasti semplici e naturali.
    Per queste caratteristiche la periferia della città attrae i turisti sia locali che stranieri. Inoltre con lo sviluppo di Pechino, i luoghi culturali e per il tempo libero sono aumentati come germogli di bambù dopo una pioggia primaverile, come i parchi di divertimenti, gli zoo, i giardini botanici, le piazze urbane e i parchi che arricchiscono di fascino e bellezza rendendola al contempo una città storica e moderna.

    Shangai
    Descrizione: Shanghai, chiamata in breve anche “Hu” o “Shen”, è una delle quattro municipalità dipendenti dal governo centrale cinese. Conosciuta come “la perla d’Oriente’, Shanghai è la maggiore metropoli economica della Cina ed una delle moderne metropoli internazionali.
    Alcune attrazioni turistiche moderne come la Torre della televisione Perla d’Oriente, il Museo di Shanghai e il grande Teatro, il Mondo del Circo, il grattacielo Jinmao, il treno a levitazione magnetica, nonché alcuni eventi quali il Festival Internazionale del Turismo e il Festival Internazionale d’Arte, stanno continuando ad attrarre un numero crescente di visitatori cinesi e stranieri.
    I maestosi edifici lungo il Bund, edificati principalmente fra il 1873 e il 1937 sono considerati la cristallizzazione dell’architettura moderna, nonché sunto dello sviluppo della città negli ultimi 100 anni.
    Essendo la “galleria dell’architettura internazionale moderna” per l’armoniosa combinazione di stili, il Bund è considerato un’importante testimonianza degli scambi culturali fra la Cina e l’Occidente.
    Oggi a Shanghai sono presenti 19 monumenti importanti tenuti sotto la protezione dello Stato, oltre 100 monumenti sotto la protezione della municipalità, 175 edifici moderni e 300 siti di interesse turistico che, tutti insieme, rendono la città uno splendido parco urbano con i loro ricchi e svariati stili.

Condividi su: