soggiorni

Ecuador Tour Torna ai Tour

  • BEST OF GALAPAGOS - NATURE HOPPING
  • 5 Giorni - 4 Notti - Min. 2 Persone

Questo tour delle Galapagos prevede i pernottamenti su 2 isole abitate differenti: Isabela e Santa Cruz. Le visite sono diverse da quelle delle crociere, perché si prediligono le escursioni a terra e lo snorkeling in zone ricche di fauna marina.

  • PRIMO GIORNO: QUITO / GUAYAQUIL - GALAPAGOS- ISOLA DI SANTA CRUZ / ISABELA


    All'arrivo all’aeroporto di Baltra, ricevimento e trasferimento allo stretto di Itabaca (5 minuti) traversata in ferry all'isola di Santa Cruz (10 minuti). Da qua si prosegue in auto/bus privato fino alla cittadina di Puerto Ayora. A seconda dell’orario del volo Pranzo non incluso. SI RACCOMANDA DI PRENOTARE VOLI CHE ARRIVINO A BALTRA ENTRO E NON OLTRE LE ORE 11.30
    Alle 14.00 Imbarco sul motoscafo veloce pubblico per il trasferimento all’Isola Isabela. Circa due ore e mezzo di tragitto.
    Arrivo a Isabela e trasferimento in Hotel.
    Breve visita ad una laguna abitata da fenicotteri rosa.

    Rientro in hotel, tempo a disposizione. Cena libera e pernottamento.

    Località: GALAPAGOS
  • SECONDO GIORNO: VULCANO SIERRA NEGRA

    Sveglia alle 6:30 AM. Colazione e Partenza per il vulcano Sierra Negra alle h 8.00. Si attraversa una zona di fitta vegetazione per poi arrivare fino a dove la strada termina. Da qui si prosegue a piedi. Il cratere del Vulcano Sierra Negra è il secondo più ampio dei vulcani attivi nel mondo.

    Si raggiunge il cratere in circa 2h30 di cammino. Il panorama è incredibile. Si prosegue lungo la cresta del cratere fino al cratere che ha un diametro di circa 8 KM. Si prosegue fino al Vulcano Chico (45 m.) . Qui si entra in contatto con l’ultima colata vulcanica camminando in mezzo alla lava.
    Il paesaggio è lunare, con piccoli crateri a volte ancora fumanti, colate laviche fresche rosse e gialle, e una vista incredibile su tutta l’isola, il mare, ed i vulcani al nord di Isabela. Box lunch sul vulcano. Il percorso non è difficile ma necessita di una buona preparazione fisica. Necessarie scarpe da trekking con suola rigida. La prima parte del sentiero è la più ripida e si può incontrare molto fango, mentre dal cratere al Vulcano Chico il sentiero è quasi sempre secco e con fondo di lava dura. Indispensabile giacca antivento impermeabile, cappello e crema solare ad alta protezione.
    Ritorno alle auto e rientro in hotel.. L’arrivo in hotel è previsto per le 15/16. Snorkeling nella località Concha Perla. Vicino al molo di Isabela si trova questa insenatura dove normalmente si incontrano numerosi cuccioli di Leoni marini.
    OPZIONE TINTORERAS ( pranzo non incluso): i passeggeri dovranno scegliere una delle due opzioni al momento della conferma
    Per chi non volesse cimentarsi nella camminata al vulcano sarà possibile visitare l’isolotto di Tintoreras. Breve trasferimento in barca nella zona della Tintoreras. Lungo il tragitto s’incontrano sulla costa, pellicani, pinguini e sule dalle zampe azzurre.
    Si sbarca poi per una passeggiata in mezzo alla lava vulcanica dove prendono il sole le iguane. In un anfratto dove la marea fa entrare ed uscire l'acqua formando un piccolo fiume, riposano gli squali. Lo squalo é un pesce che normalmente non può stare a lungo senza muoversi; qui trova l'habitat ideale per fermarsi a riposare. Da un piccolo belvedere si vedono da vicino gli squali che sonnecchiano sul fondale.

    Sempre per chi non volesse cimentarsi nella camminata al vulcano sarà possibile effettuare un escursione alternativa a Los Tuneles con supplemento. Uno dei migliori siti per fare snorkeling sull’Isola Isabela. Le colate laviche hanno formato dei tunnel, sia fuori, sia dentro l’acqua. Si potranno incontrare Leoni Marini, Tartarughe, Mante e pesci multicolori.
    Box lunch

    Cena libera e pernottamento in hotel.

    Località: GALAPAGOS
  • TERZO GIORNO: ISABELA – SANTA CRUZ

    Di prima mattina trasferimento al molo e alle 06.00 partenza per l’Isola di Santa Cruz con la barca pubblica. ( circa 2h30). Arrivo e prima colazione in Hotel
    Partenza per la visita della parte alta dell’Isola con i suoi crateri gemelli. Due grandi buchi circolari simili a crateri. All'inizio si pensava che fossero due crateri, in seguito si è scoperto che si tratta di due collassamenti della crosta terrestre. La lava che ha provato ad uscire all'esterno, senza riuscirci, ha formato due grosse bolle d'aria nel sottosuolo. In seguito la crosta terrestre, con il peso della vegetazione è collassata formando questi grossi buchi simili a crateri. La vegetazione circostante lussureggiante e piena di uccelli endemici.

    Si prosegue per la visita di una fattoria dove assieme alle mucche d’allevamento, vivono allo stato libero le tartarughe giganti. Breve passeggiata nella fattoria:
    In gran parte delle isole le tartarughe erano quasi estinte. I marinai delle navi di passaggio le raccoglievano per avere a bordo carne fresca: Difatti le tartarughe possono vivere molto tempo senza mangiare e senza bere. Ora dopo la dichiarazione del Parco Nazionale Galapagos, gli addetti al parco le allevano nella stazione Charles Darwin fino a tre anni per poi lasciarle libere. Questi allevamenti servono per far si che i nuovi predatori introdotti dall’uomo, soprattutto i cani e gatti selvatici, non le mangino quando sono ancora piccole e con il guscio tenero.
    In realtà uno dei più grandi problemi delle Galapagos non è tanto il turismo, quanto la presenza sulle isole di animali non endemici.
    Le specie endemiche si sono trovate improvvisamente a competere sul territorio con altri animali sconosciuti e contro i quali non avevano sviluppato nessun tipo di difesa.

    Così facendo la popolazione delle tartarughe è tornata ad essere numerosa: La vostra guida vi spiegherà nei dettagli tutte le attività che i ricercatori del parco stanno facendo per conservare questo paradiso.

    Pranzo libero

    Visita della stazione Darwin
    Nel 1835 Charles Darwin, allora un giovane naturalista, approdò alle Galápagos a bordo del brigantino Beagle capitanato da Robert Fitzroy, che aveva il compito di realizzare una carta dettagliata delle coste del Sud America. Darwin usò le osservazioni fatte alle Galápagos per sviluppare e confermare le sue idee sull'evoluzione delle specie. Nel XX secolo le isole furono meta di molti scienziati da tutto il mondo, Nel 1959 il governo ecuadoriano dichiarò parco nazionale tutte le zone non abitate e venne fondato il Centro di ricerca Charles Darwin a Santa Cruz. Il turismo iniziò negli anni Settanta con l'arrivo di un veliero con 58 passeggeri.

    La stazione di ricerca Charles Darwin conduce e promuove la ricerca scientifica alle Galápagos per offrire informazioni e assistenza tecnica agli uffici amministrativi del Parco Nazionale e del governo. Organizza inoltre iniziative di educazione ambientale rivolte alle comunità locali, alle scuole e ai visitatori che ogni anno giungono sulle isole.

    Gli studenti universitari ecuadoriani, attraverso programmi formativi e di volontariato, apprendono e sperimentano direttamente sul campo i principi della ricerca scientifica, dell'educazione all'ambiente e della conservazione. Scienziati provenienti da tutto il mondo vengono alle Galápagos per svolgere ricerche in una grande varietà di campi. La stazione di ricerca ha un team di circa 200, tra scienziati, educatori, volontari e giovani ricercatori, che offrono un supporto a staff internazionali. Le informazioni fornite agli uffici amministrativi del Parco sono utilizzate per ottimizzare i programmi di conservazione degli ambienti terrestri e marini. I lavori scientifici sono anche pubblicati su riviste scientifiche internazionali e in bollettini interni, e vengono resi accessibili per i visitatori e riadattati per i progetti di educazione ambientale.

    Tempo a disposizione per poter passeggiare per la Charles Darwin Avenue, fare shopping e vedere uno dei più pittoreschi mercati del pesce esistenti al mondo. I cuccioli di otarie, i pellicani ed altri uccelli sostano vicino ai pescatori aspettando la propria razione di pesce… uno spettacolo impagabile.
    Cena libera e pernottamento nell’hotel prescelto
    Vi consigliamo una passeggiata notturna sul molo di Santa Cruz, dove avrete modo di ammirare gli squaletti che vengono attirati dalle luci del molo.

    Località: GALAPAGOS
  • QUARTO GIORNO: SANTA CRUZ GIORNATA A DISPOSIZIONE


    Prima colazione
    Giornata a disposizione per attività personali
    (Si consiglia di acquistare un tour giornaliero in fase di prenotazione per avere garantita la disponibilità) altrimenti di visitare la splendida spiaggia di Tortuga Bay
    Cena non inclusa e pernottamento in hotel.

    Località: GALAPAGOS
  • QUINTO GIORNO: FINE DEL TOUR

    Prima colazione.
    Transferimento in aeroporto.

    Fine dei servizi.

    Località: GALAPAGOS
  • Al momento non ci sono offerte per questo tour

    Potrebbero interessarti anche

    € 580

    Marocco - 8 GIORNI 7 NOTTI

    MAROCCO LE CITTA' IMPERIALI

    € 790

    Giordania - 8 GIORNI - 7 NOTTI

    I TESORI DELLA GIORDANIA E IL MAR MORTO

    € 900

    Stati Uniti - 9 GIORNI - 8 NOTTI

    USA OVEST FLY & DRIVE

    € 1.900

    Sudafrica - 8 GIORNI - 7 NOTTI

    MERAVIGLIE DEL SUD AFRICA

    € 1.950

    Perù - 12 giorni - 11 notti

    PERU ON THE ROAD

  • QUOTE A PERSONA (minimo 2 persone) partenze libere

    BEST OF GALAPAGOS
    5 giorni / 4 notti    
     dal 01/01/2022 al 31/12/2022
    partenze libere
    quota a persona in camera doppia

    a partire da € 1.060 

    solo tour

    Quota voli intercontinentali e interni su richiesta

    Le quote comprendono:

    • Pernottamenti in hotel di categoria turistica
    • 4 prime colazioni
    • Trasferimenti collettivi da/per aeroporto
    • Visite: Laguna fenicotteri, Vulcano Sierra negra  – Concha perla/In alternativa visita di Tintoreras ( senza   pranzo) seconda  alternativa con supplemento visita a Los Tuneles, Parte alta dell’isola / Crateri Gemelli – Charles Darwin’s Station.
    • Assistenza in loco

    Le quote non comprendono:

    • Voli intercontinentali e voli interni
    • Pasti/cene non indicati
    • Bevande ai pasti
    • Extra in genere
    • Mance
    • Visti di ingresso nei paesi visitati
    • Pacchetto “ZERO PENSIERI” € 55 a persona OBBLIGATORIO
  • Ecuador - Informazioni Utili


    Descrizione:
    DOCUMENTI:
    Per l'ingresso in Ecuador é necessario essere in possesso del passaporto valido per almeno sei mesi dalla data di partenza. I cittadini italiani possono soggionare in Ecuador per un massimo di 90 giorni. All’arrivo nel paese, compilare il permesso turistico di soggiorno ( modulo T-3 ) da conservare nel passaporto. State attenti a non perderlo perché ne avrete bisogno per il controllo dei documenti e per lasciare il paese.

    TASSE AEROPORTUALI:
    In Ecuador si devono pagare localmente le tasse aeroportuali per le partenze di voli internazionali (38 USD) e per le partenze dei voli nazionali da e per le Galapagos (15 USD). Le tasse aeroportuali possono subire variazioni senza preavviso.

    NORME DOGANALI:
    L'ingresso di valuta straniera è illimitato. Previa "Dichiarazione di Ingresso Temporaneo" è possibile importare telefoni cellulari, satellitari e computer portatili. E' proibita l'esportazione di oggetti appartenenti al patrimonio culturale e archeologico. Per l'eventuale esportazione di oggetti d'arte o antichità é necessaria un'autorizzazione speciale degli uffici competenti.

    FUSO ORARIO:
    La differenza oraria tra Italia ed Ecuador é di - 6 ore (- 7 ore durante l'ora legale).

    VALUTA:
    L'unità monetaria è il Sucre ma attualmente si usa il dollaro USA . Il 14 marzo 2000 è stata ratificata una legge che rende legale il corso del dollaro.

    LINGUA:
    La lingua ufficiale è lo Spagnolo. La lingua inglese è parlata dagli addetti al turismo.

    RELIGIONE:
    In Ecuador esiste la libertà di culto. La religione maggiormente diffusa è la Cattolica.

    UFFICI:
    Le banche sono aperte dalle 09,15 alle 12,45. I negozi sono aperti dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00, tutti i giorni tranne la domenica.

    TELEFONO:
    Per chiamare l'Italia in teleselezione bisogna comporre lo 0039, seguito dal prefisso della città italiana con lo zero iniziale e infine il numero dell'abbonato. Consigliamo di telefonare dalle cabine pubbliche a schede, facilmente reperibili, in quanto le telefonate dagli hotel, tramite operatore, non sono controllabili. I telefoni cellulari non funzionano se non satellitari.

    MANCE:
    Nei ristoranti è usanza lasciare una mancia equivalente a circa il 10% del conto. Per il personale di servizio, durante i tour è a discrezione del partecipante lasciare una mancia.

    ELETTRICITA':
    E' necessario munirsi di un adattatore di tipo americano a lamelle piatte (le spine in uso sone quelle a due spinotti piatti). Il voltaggio varia a seconda della località tra 210/110 Volts.

    DISPOSIZIONI SANITARIE:
    In Ecuador non sono richieste vaccinazioni.
    Per consigli sanitari é bene consultarsi con l'Ufficio d'Igiene del Vostro Comune.
    Occorre attenersi ad alcune indicazioni preventive e mantenere una corretta igiene personale.
    Il primo consiglio è quello di non bere acqua se non imbottigliata, meglio ancora se addizionata di anidride carbonica (accertandosi sempre della effettiva chiusura del tappo), evitare di consumare ghiaccio, verdure crude, frutta già sbucciata e pasti in locali non adeguati o nelle bancarelle degli ambulanti. La quota andina può generare malesseri dovuti ad un naturale processo di adattamento dell'organismo alla diminuizione di ossigeno che inizia a manifestarsi intorno ai 3000 metri.

    CLIMA:
    Per questo itinerario la temperatura media sulla costa é di 22°C., mentre nell'area andina, nel periodo da giugno a ottobre la temperatura, specialmente di sera e di notte, può scendere vicina allo 0° C.. La tecnica dell'abbigliamento a strati (capi di medio peso da indossare, se necessario sovrapposti) consente di adeguarsi alle variazioni o agli imprevisti climatici del momento.

    Località raggiunte dal tour

    Galapagos
    Descrizione: Documenti e visto : Per i turisti italiani in viaggio in Ecuador è necessario il passaporto valido per almeno 6 mesi dal momento della partenza e un biglietto di andata e ritorno.

    Clima Isole Galapagos : la temperatura media è va da 15 a 22 gradi Celsius. La Stagione umida e calda va da gennaio ad aprile ed è caratterizzata da pioggia, caldo e poco vento. La Stagione fredda va da maggio a dicembre, la temperatura è più fresca e sono presenti un po’ di nebbioline dovute alla corrente fredda dell’Humbolt, il vento freddo del sud est. La stagione migliore per visitare le isole è maggio, novembre e gennaio, quando non fa’ molto caldo, cade poca pioggia e ci sono pochi turisti.
    Abbigliamento : Per i viaggi alle isole Galapagos vi consigliamo di utilizzare uno zaino anziché una valigia per facilitare gli spostamenti. Suggeriamo di portare con sé un abbigliamento leggero, così come qualche capo pesante. Ricordate abbigliamento di cotone per il caldo, un cappello, occhiali da sole, creme solari e scarpe comode per camminare lungo i sentieri nelle escursioni alle Isole, dove è preferibile utilizzare pantaloni lunghi e camicie a maniche lunghe. Per le serate che sono generalmente fresche è meglio avere con sé una giacca, talvolta può essere indispensabile anche un impermeabile.

    Disposizioni sanitarie : Non esistono particolari obblighi per quanto riguarda le vaccinazioni. Si consiglia di bere sempre acqua in bottiglia, di non mangiare frutta o verdura senza averla lavata. Si consiglia di portare con sè alcuni medicinali di prima necessità, tipo: aspirina, choramina, bende, Imodium, etc. Si consiglia di portare una buona crema solare.

    Mal di altitudine a Quito : L’elevata quota può comportare qualche problema di adattamento nei primi giorni di permanenza. Un maggiore affaticamento, debolezza diffusa, mal di testa, una leggera nausea e tachicardia possono essere i primi sintomi del mal di montagna. I sintomi che vengono accusati dalla maggior parte dei turisti nei primi giorni di permanenza e costituiscono normali reazioni dell'organismo. Generalmente si tratta di sintomi lievi che spariscono in un paio di giorni. Esistono vari accorgimenti molto semplici che però possono essere di grande aiuto i primi giorni; nelle zone andine è bene evitare il fumo, l'alcool, faticose passeggiate e soprattutto evitare di mangiare molto e ridurre i cibi pesanti. Si consiglia di riposare qualche ora al vostro arrivo, lasciando che il sistema respiratorio si abitui gradualmente alla mancanza di ossigeno, inoltre è bene bere molto liquidi, il clima secco e ventoso può creare piccoli problemi di disidratazione. Nelle località Andine é comune consumare il famoso "mate de coca" infuso di foglie di coca che ha effetti tonificanti sull'organismo e può prevenire ad alleviare i sintomi.

    Valuta : La valuta ufficiale è il Dollaro (US$) Non ci sono limiti all’importazione ed all’esportazione di valuta. I migliori alberghi, ristoranti e negozi accettano le carte di credito più diffuse (Visa, MasterCard, American Express, Citibank, Diners’ Club) e i Traveller’s Chèque.

    Elettricità : La corrente è a 110 volt; le spine sono di tipo americano, con due lamelle piatte. Occorre un adattatore.

    Fuso Orario : Rispetto all’ora italiana quella dell'Ecuador è indietro di 6 ore. Durante il periodo estivo e la nostra ora legale, la differenza diventa di 7 ore. Mentre le Galápagos sono indietro di 1 ora rispetto l'Ecuador, quindi di 7 ore rispetto l'Italia e di 8 ore quando da noi vige l'ora legale.

    Lingua : La lingua ufficiale è lo spagnolo castellano. Gli indigeni sono bilingui, usano il quechua come prima e lo spagnolo come seconda lingua. Nelle pianure esistono piccole comunità che parlano lingue locali. Poco diffuso l'inglese, a parte in alcuni alberghi, negli aeroporti e nelle agenzie turistiche.

    Acquisti : Durante il viaggio avrete sicuramente modo di visitare almeno un mercato di artigianato, dove troverete una grande quantità di articoli tipici come ricami, gioielli, sculture, articoli in legno e conchiglie, batik, cappelli di paglia ed altri articoli.

    Cucina : La cucina dell’Ecuador è semplice e la maggior parte dei prodotti che si trovano alle Isole Galapagos provengono dal continente. Alle isole si potranno assaggiare piatti a base di pollo, riso, pesce, verdura, zuppe, crostacei accompagnati da vino o birra locale. L’Ecuador è famoso inoltre per la bontà della sua frutta esotica : banane, ananas, papaya, maracuya, chirimoya, fichi d'india.

    Telefono : Per chiamare l’Ecuador comporre il prefisso internazionale 00593, l’indicativo urbano, quindi il numero desiderato, per chiamare l’Italia dall’Ecuador comporre lo 0039 seguito dal prefisso della propria città. E' possibile telefonare dagli alberghi, ma pur offrendo un servizio migliore, le tariffe in questo caso sono maggiorate. La telefonia pubblica offre un servizio ed è possibile telefonare dagli uffici telefonici dell'EMETEL che sono aperti da tutti i giorni dalle 8 alle 22.

    Unità di misura : Nel paese vige il sistema metrico decimale.

    Sicurezza : Consigliamo in ogni caso di fare riferimento al sito "Viaggiare Sicuri" del Ministero degli Affari esteri : www.viaggiaresicuri.it



Condividi su: